Home About me Indice delle ricette Ricette per i più piccoli Contatti Link
logo_spr

lunedì 23 novembre 2009

L'olio novo e la fettunta...



Questo post non era programmato, né pensato con anticipo... È nato venerdì a pranzo, in un istante, da un morso ad una semplice fetta di pane toscano tostata e condita con quell'olio che ti fa pizzicare il palato...
Così ho pensato che in questo blog non poteva mancare un post dedicato a l'olio novo (e guardate bene che ho detto "novo" e non nuovo!) e alla fettunta che insieme hanno accompagnato le mie merende di bambina...
Ho pensato di riassumere brevemente qualche indicazione su questo tipo di olio in modo tale che anche chi non è cresciuto con gli ulivi in giardino possa farsi un'idea sull'argomento!

L'OLIO NOVO
Tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre in Toscana (come in altre regioni italiane) inizia la raccolta delle olive, che vengono poi portate nei frantoi per iniziare la spremitura e creare così l'olio d'oliva. L'olio novo è una vera e propria "spremuta d'olive", che viene realizzata nel periodo di apertura del frantoio, senza venir ulteriormente lavorata. Per un olio novo fresco e buono non deve trascorrere troppo tempo tra la raccolta delle olive e la spremitura. Generalmente il tempo ottimale è di 24/36 ore al massimo.
Questo tipo di olio può essere degustato fin da subito appena franto e imbottigliato. È caratterizzato da un gusto amarognolo, leggermente "pizzichino", da un profumo intenso ricco di note aromatiche fresche e decise e da un colore giallo/verde brillante. Perché l'olio sia di ottima qualità è necessario che le olive vengano raccolte nel periodo giusto, ossia in quel lasso di tempo in cui non sono ancora giunte a perfetta maturazione e il loro colore inizia a cambiare da verde in marrone.


LA FETTUNTA
Per realizzare la fettunta non ci sono dosi precise, perché ciò non fa parte di questa semplice e povera preparazione. Essendo un piatto tipico della tradizione culinaria toscana, nasce in quel periodo in cui le famiglie contadine non avevano bilance per pesare gli ingredienti e veniva quindi realizzato "alla buona".
Bastano alcune fette di pane toscano (quindi quello non salato) leggermente tostate, sulle quali verranno versate alcune gocce di olio novo. A seconda dei gusti personali si possono condire le fette di pane strusciandoci sopra uno spicchio d'aglio e con un pizzico di sale.
Buon olio novo a tutti voi!


Sabato pomeriggio ho avuto il piacere di trascorrere qualche ora in compagnia di Onde e di Wennycara. E proprio di piacere si è trattato! Sono entrambe delle ragazze davvero care: gentili, simpatiche, fini e cortesi. È stato bello prendere un tè in compagnia di persone conosciute all'interno della blogosfera e poter finalmente "dare un volto" a compagne che leggi tutte le settimane e che ti sforzi di immaginare fisicamente e caratterialmente.

32 commenti:

Scarlett: ha detto...

l'olio nuovo che scorre lento sopra una bella fetta di pane assomiglia molto ad una splendida colata d'oro prezioso sulla nostra tavola,ricco di vitamina E e dal buon odore,riesce a rallegrare i cuori di chi si appresta ad assagiarla sia solo o in compagnia se poi si ci spolvera sopra un po di pepe nero e lo si passa un attimo in forno quella fetta diventa davvero preziosa......ciao e buon lunedi!!!

Camomilla ha detto...

Buongiorno carissima :)
Hai fatto proprio bene a dedicare un post a questa delizia toscana, io ne sono una fan accanita. Sono capitata più volte da voi nel periodo della spremitura ed ho avuto la fortuna di assaggiarlo. E' fantastico e da allora me lo faccio recapitare direttamente dalla provincia di Siena da un amico che lo produce.
Un abbraccio

Fra ha detto...

che bontà! La fetta di pane toscano abbrustolita con sopra l'olio è stata la mia merenda pomeridiana per tantissimi anni
Che bello l'incontro con Onde e Wenny devono essere delle persone davvero splendide!
Un bacione
fra

tartina ha detto...

ahahah caro, sei unica!
questo post è un elogio alla nostra... toscanità!
io vicino a casa ho un oliveto: sono stati proprio i miei genitori a raccogliere le olive e a portarle al frantoio. l'olio nuovo che hanno portato è divino (non pizzica per niente, ma ha quel gusto genuino che è indescrivibile), tanto che io con fettunta e parmigiano ci ceno proprio!
baci, e buona settimana
*

Wennycara ha detto...

Buongiorno Carolina!
La scorsa settimana io e mia mamma siamo state in visita alla nostra azienda agricola di fiducia e abbiamo assaggiato il loro olio novo: è una meraviglia!
Hai ragione, ha una personalità tutta sua, che chi non l'ha mai assaggiato non può immaginare!
Bella idea questo post, mette chiarezza in tema.
Ti auguro una buona giornata, e ti ringrazio ancora per il bel pomeriggio :)

wenny

Onde99 ha detto...

Hai fatto benissimo a parlare di questa leccornia, vero vanto della nostra regione: in questo periodo la mia alimentazione si basa prevalentemente su fettunte, proprio per sfruttare il mio "olio verde e piccante", prima che si "appiattisca" e diventi semplicemente un buon olio! Grazie a te per le bellissime ore trascorse insieme, come ti ho scritto in privato è stato un pomeriggio speciale, un abbraccio

the t time ha detto...

mi pizzicano le labbra solo a leggere :)

Carolina ha detto...

@ Scarlett: guarda, concordo su tutta la linea... :) Non potevo sperare di essere capita meglio di così!
A presto cara.

@ Camomilla: fai proprio bene!
Mi raccontava mio padre ieri sera che questo che ho postato è proprio una "prima spremitura"... Ed è veramente eccezionale. :)
Un bacio.

@ Fra: sì, lo sono davvero.... :)
Buon pomeriggio cara Fra.

@ tartina: ... ;) ...
Noi l'altro giorno ci abbiamo fatto pranzo!
Un bacio.

@ Wennycara: grazie a te Wenny, per tutto...
Un abbraccio.

@ Onde: che piacere averti qui!
Anche noi venerdì abbiamo fatto un bel pranzo con questo olio di prima spremitura... Squisito!
A presto e un abbraccio.

@ the t time: a me pizzicavano mentre lo scrivevo... ;)

cavoliamerenda ha detto...

bello bello bello questo post, così pieno di amore misurato ma intenso, mi è piaciuto assai!
Quell'olio tra l'altro era divino, non ne assaggiavo uno così buono da anni (cioè da quando un'amica di Greve mi regalava il suo)

PS: magari è da precisare per i non toscani "pane sciocco" = pane senza sale (non pane un po' tardo..)

Fiordilatte ha detto...

come mi sento tagliata fuori ^^ Il Piemonte non è esattamente terra d'ulivi e l'olio novo non l'ho mai nemmeno visto da lontano! E a leggere tutti i commenti entusiasti mi viene l'acquolina...

Carolina ha detto...

@ cavoliamerenda: mi fa proprio piacere che ti sia piaciuto, ma era ovviamente merito della pizza di Matteo! ;) ;) ;) ;)
Ho corretto subito "sciocco". Neanche ti immagini il dibattito che ho scatenato in casa intorno a "sciocco"... Io avevo suggerito "sciapo", ma sono quasi stata messa alla porta... Alla fine tutti erano pro sciocco, tranne me... Ma il blog di chi è???
Baci!

@ Fiordilatte: o piccola, no!
Vedi se in uno swap di Natale qualcuno ti infila una boccettina d'olio novo... ;)
Un bacio.

cavoliamerenda ha detto...

no!!! perché correggerlo? non volevo assolutamente fare l'antipatica, del resto è il suo nome "pane sciocco" qui da noi...
La prossima volta sto zitta, ecco, linguaccia mia che ti fai fraintendere! =)

dada ha detto...

Mi ci tufferei a lungo in quest'olio d'oro, mi hai ricordato cosi' tanti profumi e sapori... Buona serata cara

stefi ha detto...

FAVOLOSO!!!!!
domenica scorsa anche io sono andata a prendere in fattoria sulle colline di cercina l'olio nuovo è una poesia!!!!!!!

sabrine d'aubergine ha detto...

L'olio novo che pizzica... ma certo che lo conosco! Il mio fratello veterinario se lo fa e me ne regala sempre un po' a Natale. Ma appena fatto è un'altra cosa! Pane e olio, con pochissimo altro: perché ci ostiniamo a cercare cose sofisticate in cucina? Abbasso il cardamomo nel caffelatte del nonno (è una delle mie frasi da battaglia, scusami...) e... viva la fettunta! E sempre un piacere passare qui

Sabrine

Carolina ha detto...

@ cavoliamerenda: guarda che a tua era un'osservazione giustissima! Ma figurati, non stare a preoccuparti per queste cose...
Un abbraccio!

@ dada: ti posso assicurare che lo farei anch'io...
Buona serata a te!

@ stefi: ma anche questo viene da Cercina!!!
A presto.

@ sabrine: che piacere averti qui!
Mi piace molto "abbasso il cardamomo nel caffelatte del nonno"!!! E te lo dice una che a caffelatte ogni tanto ci cena...
Buona serata cara!

Babs ha detto...

ciao!!!
intanto grazie per la visita da me e poi.... che invidia!!!! quella fettina di pan con l'olio :-) non so cosa darei per un assaggio!
a presto!
babs

Anna B. ha detto...

Io aaaaaamo pane e olio!!! Quello novo in particolare però mi manca, grazie per avermelo fatto conoscere e spero prima o poi di colmare la lacuna!

Carolina ha detto...

@ Babs: ma figurati!
Con molto piacere... :)
A presto.

@ Anna B: allora, se ti capita, ti suggerisco proprio di provarlo...
Buona giornata!

love lives in the kitchen ha detto...

mmm, a guardare queste foto mi viene fame...
a presto,
justyna

fiOrdivanilla ha detto...

che fortuna fare questi incontri... meravigliosi poi. Piacevoli. Memorabili. Sono contenta per voi e spero - chissà? - un giorno di incontrarti (ma anche incontrare Onde, mentre Wenny purtroppo non ho mai avuto il piacere di conoscerla nella blogosfera) anche io :')

olio novo, fettunta ... è proprio ora eh?:) l'ho vista già di qua e di là.. :) certo che l'olio novo dev'essere unico e inimitabile.. proprio quel sapore tipico leggermente amarognolo a me piace, è fantastico. Sarà stramba.. ma per dire, a me piace anche quel sapore di 'acetico' che emana talvolta poco, talvolta tanto, la pasta madre.. io lo trovo delizioso, intrigante. Forse perché sa di "casa".

Ma te l'ho già detto quanto m piace la veste del tuo blog!? E' stupenda..

un bacione carissima

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Ciao tesoro!
Ho letto ieri il tuo post ma non ho avuto tempo di scriverti, rimedio oggi e ti ringrazio per l'interessante post sull'olio.
Appena spremuto ha quel colore verde e quel sapore che prende un pochino alla gola... Hai ragione è una prodotto talmente prezioso nella nostra alimentazione che un post se lo merita tutto! :)
Ho letto la tua email! DAI FATTI CORAGGIO! E tienimi aggiornata sul tuo "cucciolo". Bacio

iana ha detto...

non so perchè, ma mi ero messa in testa che fossi siciliana... invece stai a firenze come me! Che buono l'olio novo!

Carolina ha detto...

@ justyna: grazie e buona giornata!

@ fiordivanilla: è stato veramente piacevole. Anch'io spero di incontrarti un giorno... ;)
No, non sei "stramba". Anche a me piacciono molti odori che potrei definire strani...
Grazie per i complimenti per il blog, mi fa proprio piacere!
Un bacio cara.

@ Elisa: ciao bella!
Ma non preoccuparti! Cosa vuoi che sia!
Per quanto riguarda il mio cucciolo è meglio che ti scriva in privato...
Un bacio.

@ iana: buffo! Chissà perché???
A presto e buona giornata!

stefi ha detto...

Ciao Carolina, grazie dei complimenti alla foto.
Per quanto riguarda il libro di Bauman ci provo, me lo ha consigliato mia cugina, a lei piace moltissimo.
Io lo trovo molto peso e stancante comunque sono a metà speriamo bene!!!!

paola ha detto...

Pane e olio extra vergine....uno degli spuntini preferiti da mio marito....e anche da me!!
Un bacione
Paola

Alessandra ha detto...

Che meraviglia di foto hai fatto Carolina!
Mi hai ricordato una splendida fettunta che ho mangiato a Marciana montana un'estate...la adoro!E' il vero cibo...

Arietta ha detto...

Trovo questo post stupendo! Molto più di diecimila ricette complicate. Una fetta di "fettunta" toscana, davvero non ha prezzo. E vedere il verde di quell'olio novello è quasi commovente!
p.s. sì, partecipo allo swap, ma a Marica non era giunta la mia adesione e sono stata inserita all'ultimo :-) Devo ancora iniziare a definire cosa fare e soprattutto quando farlo :-/ a volte mi butto nelle cose, presa dall'entusiasmo, ma poi ci sono altre priorità, sigh!

pinkia ha detto...

io ieri ho fatto questa:http://www.girellablog.com/2009/10/09/la-ricetta-delle-girelle-di-frutta/ buonaaa

Svinando ha detto...

Semplice...ma buonissimo!

Monique Miel E Ricotta ha detto...

Ciao Carolina, il tuo blog mi è satto consigliato da Enrica ChiaraPassion. Mi ha detto che sei Toscana trasferita in Svizzera. Io sono nata a Firenze e poi trasferita a Sion. Mi fermo da te sulla fettunta per dirti che oli come quelli Toscani, NON CE NE SONO!!!un bacio!

Enjoy Food & Wine ha detto...

Se aggiungessimo dei pomodorini forse sarebbe il paradiso, complimenti!

Cerca nel blog

Love is such a beautiful chaos ♡

Be social

Foodshopping Maps
Quelli che la pappa no!
Simply Girly
Funny and lovely Discoveries

Il blog per Ipad

iPad_home

Followers

Collaborazioni


logo-listanascita



logo-casabento



Hey Kiddo!

Archivio